FAQ

  • Qual è il compito dello smalto dei denti?

    Lo smaltoè lo strato esterno più duro dei denti. Solo con uno smalto sano i denti possono svolgere la loro funzione più importante, la riduzione del cibo, senza dolore o problemi.

  • Cos'è l'erosione dentale?

    Se c'è una perdita di smalto del dente o sostanza dentale dovuta al contatto con acidi forti, si parla di erosione del dente.

  • Qual è la causa dell'erosione dentale?

    La causa dell'erosione dentale è il contatto diretto dei denti con acidi, come attraverso:

     

    - Acidi gastrici dopo reflusso o vomito

    - Alimenti e bevande acide

    - Acidi

    - Prodotti di igiene orale senza fluoro con un basso valore di pH

     

    Tuttavia, la frequenza del consumo e la durata nella bocca sono cruciali.

    Attenzione: di conseguenza, lo sviluppo dell'erosione è possibile anche con una buona igiene orale e una dieta sana, perché - a differenza della carie - i batteri della superficie dentale non sono coinvolti!

  • Chi ne è affetto?

    Soprattutto quando vivi in ​​un modo sportivo e consapevole della salute, lo smalto dei denti può essere perso attraverso il frequente e/o lungo contatto con gli acidi. Le erosioni si verificano spesso nelle persone con buona igiene orale.

     

  • Quali alimenti sono dannosi per lo smalto dei denti?

    Cibo e bevande con un pH sotto 4,5 hanno il potenziale per attaccare lo smalto dei denti.

    Tuttavia, la frequenza del consumo e la durata in bocca sono sempre decisive.

    Tra le altre cose, questi alimenti possono danneggiare lo smalto dei denti con consumo frequente:

     

    Bevande analcoliche a basso valore pH come B. limos e cola

    Succhi di frutta e tè

    Vino

    Aceto

     

    Questi alimenti non causano nessuna erosione:

    Caffè

    Acqua minerale

    Latte

  • Come noto se ho un'erosione dentale?

    Un'erosione dentale è difficile da riconoscere per te nella fase iniziale. Tuttavia, i primi segni possono verificarsi presto dopo il consumo di alimenti acidi. È quindi importante indirizzare il tuo dentista sulle condizioni dello smalto dei denti! Se lo smalto dei denti è stato perso in una fase avanzata, il dentista lo riconoscerà dalle seguenti caratteristiche:

     

    L'inizio del rilievo superficiale (ad es. Fessure o gobbie scompaiono) Superfici denti lucenti localmente limitate e setose

    A volte si verificano superfici contunose, sul dente Sviluppo di dimensioni rotonde, cambiamenti di colore

  • Posso ricostruire lo smalto dei denti?

    Una volta che lo smalto dei denti persi non può essere rigenerato, perché l'erosione dissolve lo strato superficiale dello smalto. Questo processo non può essere annullato e quindi nessun nuovo smalto dei denti può essere costruito in seguito. È quindi importante rafforzare lo smalto dei denti esistente e proteggere da ulteriori perdite.

     

  • Come posso proteggere lo smalto dei miei denti?

    Prodotti di igiene orale con fluoruri e sali di metallo come B. cloruro di stagno sono stati in grado di dimostrare in molti studi scientifici che possono rallentare significativamente la perdita di smalto dei denti. L'esclusiva tecnologia di micro-sigillante del dentifricio elmex® Opti-Smalto professionaledel costituisce uno strato protettivo contro la perdita minerale e gli attacchi acidi.

  • Lo sapevi…

    Ogni terzo* è influenzato da un'erosione dei denti.

    Lo smalto dei denti non può essere ripristinato. Pertanto, rafforzare lo smalto è tanto più importante.

    Anche con una buona igiene orale e una dieta sana, lo sviluppo dell'erosione è possibile!

    Il dentifricio professionale elmex® Opti-Smalto può ridurre significativamente la perdita della perdita di smalto del dente del 34%**.

    A causa degli strumenti professionali Opti-Melz ELMEX® fino al 67% in meno di melcerazione dei denti rispetto al gruppo placebo. ***

     

    *Jaeggi T, Lussi A: prevalenza, incidenza e distribuzione dell'erosione. In: Lussi A (a cura di): erosione dentale: dalla diagnosi alla terapia. Basilea: Karger, (2006), 44-65.

    ** vs. placebo (senza stagno, senza fluoro).

    *** vs. Placebo (senza stagno, senza fluoro) (p ≤ 0,001). Gans C, et al. Dent Res 2010; 89: 1214-1218