Come Lavarsi I Denti

Come Lavarsi I Denti

Qual è il modo corretto per lavarsi i denti?

Per lavarsi i denti in modo corretto occorrono almeno due minuti, come indicato anche dal Ministero della Salute, ma molti dedicano meno tempo a questa attività. Per assicurarsi di lavare correttamente i denti ci si può cronometrare; l'ideale è effettuare movimenti delicati, brevi, prestando particolare attenzione alla linea delle gengive, a raggiungere i denti posteriori e le zone intorno alle otturazioni, alle capsule o altre ricostruzioni. Per una corretta pulizia:

  • pulire la superficie esterna dei denti superiori, poi quella dei denti inferiori
  • pulire la superficie interna dei denti superiori, poi quella dei denti inferiori
  • pulire la superficie masticatoria
  • per un alito più fresco spazzolare anche la lingua

Posizionare lo spazzolino contro il margine gengivale inclinandolo di 45 gradi, quindi allontanarsi dal margine stesso con un movimento oscillante o rotatorio. Spazzolare delicatamente l'esterno, l'interno e la superficie di ogni dente con movimenti veloci avanti e indietro. Spazzolare delicatamente la lingua per rimuovere i batteri e rinfrescare l'alito.

Che tipo di spazzolino usare?

È preferibile usare spazzolini con la testina piccola, poiché possono raggiungere più facilmente tutte le zone della bocca, inclusi i denti posteriori. Per molti una buona alternativa è costituita dallo spazzolino elettrico, che può risultare più efficace soprattutto se si hanno difficoltà a lavarsi i denti in profondità o una limitata destrezza manuale.

Quanto è importante il dentifricio utilizzato?

È importante utilizzare un dentifricio adatto alla propria bocca. Al giorno d'oggi disponiamo di un'ampia gamma di dentifrici, studiati per aiutare a prevenire e combattere problemi specifici, inclusi carie, disturbi gengivali, tartaro, denti macchiati o sensibili. Alcuni dentifrici contengono fluoruro amminico, che contribuisce a proteggere i denti dalle carie e a rafforzare lo smalto. Rivolgendosi al proprio dentista o igienista si potrà individuare il dentifricio più adatto alla propria situazione.

Ogni quanto si dovrebbe cambiare lo spazzolino?

Lo spazzolino dovrebbe essere sostituito quando inizia a rovinarsi o comunque ogni tre mesi. Inoltre è molto importante cambiare lo spazzolino una volta passati i sintomi del raffreddore, poiché nelle setole si raccolgono germi che possono provocare una reinfezione.

Prodotti collegati